Blue Blazer: un’app gratuita, veloce, che racconta Cocktail Bar in tutta Italia.

By 10 Gennaio 2018Prodotti

Buonaseraaaaa…

Blue Blazer

Oggi volevo parlarvi di una app completamente gratuita che sta letteralmente spopolando su tutti i dispositivi Android e IoS:

E’ un’app capace di intrigarti nel profondo della tua anima, è un’app che ti farà conoscere cose straordinarie, è un’app a cui non potrai più staccarti. E non è Tinder.

Si sta parlando invece di Blue Blazer, una applicazione pensata e creata da Giampiero Francesca (direttore) e da Massimo Gaetano Macrì (capo-redattore e co-ideatore) per indirizzare gli amanti del bere-bene verso i locali più cool di tutto lo stivalone italiano.

Blue Blazer

Blue Blazer

Alla vs sinistra Giampiero Francesca, alla vs destra Massimo Gaetano Macrì. In mezzo una statua cane.

Note positive: Blue Blazer non ha minimamente scopo di lucro, non è finanziata da sponsor alcuno e ci sono 160 luoghi fisici dove poter bere un Martini degno di questo nome.  Non è poca cosa.

In pratica il loro lavoro non si discosta molto dal mio, ossia si va in giro, si beve, si chiacchiera, si beve, si scrive, e alla fine si beve qualcosa.

L’accortezza che utilizza Blue Blazer risulta però qualcosa di straordinario nel panorama nostrano: non si sono infatti fermati ai locali delle grandi città come Milano, Roma o Firenze, ma sono andati anche nei Comuni italiani più disparati alla ricerca di nuove realtà che non hanno nulla da invidiare a nessuno.

Nei locali che hanno inserito nella loro guida possiamo trovare per esempio il Tacco11 a Spinea (Ve) oppure il Bar Gambrinus situato a Gravina di Puglia.

La guida si struttura fondamentalmente in quattro macro sezioni:

  • Cocktail Bar, dove poter sorseggiare ottimi cocktail frutto delle menti più eccelse in fatto di mixology.
  • Bistrot – Restaurant, in cui oltre a bere un buon drink è possibile smangiucchiare qualcosa che non siano le solite patatine salatissime e delle olive di pessima fattura
  • Hotel Bar, Blue Blazer vi apre un mondo su questi mondi paralleli che appaiono ai più come luoghi inaccessibili: anche se non si è prenotata una stanza al Four Season o al Mandarin è comunque possibile entrare, sedersi al bancone e farsi coccolare con prodotti miscelati con l’accuratezza che solo un barman di hotel può preparare.
  • SpeakEasy, i locali più in voga del momento: parole d’ordine per entrare, spioncini per controllare chi vuole accedere, candele e atmosfere che Al Capone scansate. Una vera avventura alcolica da raccontare ai propri nipoti vicino al caminetto.

Blue Blazer

La guida si rivolge essenzialmente a tutti gli amanti dei distillati, dei liquori e dei drink fatti a regola d’arte e quindi non solo agli esperti del settore.

Questo si rispecchia molto attraverso i criteri guida che vengono utilizzati per recensire un cocktail bar: non solo viene valutato ciò che è all’interno di un bicchiere, ma, soprattutto, com’è l’esperienza all’interno del locale a 360°. Per esempio: gli sgabelli sono comodi? I bagni sono puliti e tenuti in ordine? I camerieri hanno una vaga idea di quello che stanno trasportando? La musica è gradevole o sembra uscita da una discoteca di Ibiza anni ’80 (che non sarebbe poi così tanto male)?

In pratica si dà un giudizio anche alla ospitalità e alla cordialità con cui vengono accolti tutti i clienti di un determinato bar.

Blue Blazer

Il Blue Blazer era anche il cocktail di punta del professor Jerry Thomas, in cui lanciava liquidi infuocati da una parte all’altra dei locali in cui lavorava. Ne ha cambiati tanti, infatti.

L’applicazione è così facile da usare che perfino io non ho avuto problemi.

Si scarica, si apre, ci si può geolocalizzare come in GTA e cercare il bar più vicino dove rifugiarsi per la serata. Con tanto di indirizzi e mappe nel caso fossimo avanti coi lavori.

Oltre che essere una guida pratica e veloce, Blue Blazer ha una propria rivista on-line (clicca qui!) in cui vari giornalisti scrivono di qualunque cosa possa essere assunta in forma liquida: birra, vino, distillati, cocktail eccecc. Passateci a dare un occhiata veloce, è veramente ben fatta.

Infine lo scorso Dicembre si è avuta la annuale premiazione creata dallo staff di Blue Blazer presso il Fusion Bar di Firenze (ciao Robert, ciao Michel) in cui ovviamente sono stato invitato ma come altrettanto ovviamente ho dovuto declinare per miei improcrastinabili impegni. Mao.

Blue Blazer

Blue Blazer

A seguire i 10 cocktail bar italiani più votati! Non è una classifica!

1930 | Milano | Indirizzo segreto

Trussardi alla Scala | Milano | Piazza della Scala, 5 | tel. 02 80688201 | www.trussardiallascala.com

Literary Bar del Belmond Grand Hotel Timeo | Taormina (ME) | via Teatro Greco, 59 | tel. 0942 6270200 | www.belmond.com

Londra Bar del Londra Palace | Venezia | Riva degli Schiavoni, Castello 4171 | tel. 041 5225032 | www.londrapalace.com

La Punta, Expendio de Agave | Roma | via Santa Cecilia, 8 | tel. 06 5816665 | www.lapuntaexpendiodeagave.com

Marco Martini Cocktail bar | Roma | Viale Aventino 121 | 06 45597350 | www.marcomartinichef.com

Brusco Wine & Audio Room | Pozzuoli (NA) | via Napoli, 161/163 | tel. 081 7622122

Surfer’s Den | Milano | Piazza Caduti del Lavoro, 5 | tel. 338 5916764

Freccia Bar | Piumazzo (MO) | via dei Mille, 159 | tel. 059 931158

Piano 35 – lounge bar | Torino | Grattacielo Intesa Sanpaolo, Corso Inghilterra, 3 | tel. 011 4387837 | www.grattacielointesasanpaolo.com

 

E poi non dite che andate sempre nei soliti locali!

W l’Italia e i suoi barman, W il bere responsabile (ogni tanto devo dirlo sennò qualcuno mi querela prima o poi) ed W Blue Blazer!

A presto!

Cheers,

AA

 

Raccontaci la tua opinione!