Il grande ritorno del Rosolio: oggi si parlerà di ITALICUS

By 21 Febbraio 2018Prodotti

Rieccomi simpatici avventori di AmeAlBar!

Oggi scriverò orgogliosamente di un prodotto tutto italiano che troverete ben presto su tutte le bottigliere del mondo: ITALICUS!

Italicus

Non le sparo grosse, la particolarità e la duttilità di questa nuova bottiglia azzurro smeraldo sta già facendo faville nei migliori cocktail bar d’Europa.

Italicus è un progetto ambizioso di Giuseppe Gallo, celebre bartender della scena londinese, che con tanto coraggio ha voluto riproporre un articolo interessantissimo che spopolava già prima dell’avvento di vermut, bitter e compagnia bella: il Rosolio!

Italicus

La storia e l’evoluzione di questo prodotto ci è stata raccontata molto lucidamente da Luca Missaglia ad una Masterclass tenuta a Parma durante l’evento VelierLive2018 (finalmente da qualche parte invitano pure me).

Luca è un ragazzo italiano che ha intrapreso la strada per Londra e, dopo aver lavorato anni all’Aqua Shard in cima ad un lussuosissimo grattacielo nel centro della City, è stato chiamato per divulgare il verbo di Italicus in giro per il globo (prende un aereo all’incirca ogni 3h).

Italicus

Serietà e professionalità che manco ad una lezione di procedura civile!

Un po’ di storia:

Per prenderla un pelo larga, sappiate che il Rosolio era la bevanda preferita dei ricconi già ai tempi dei Medici di Firenze, che sbevazzavano questo liquido creato in antiche farmacie attraverso erbe, spezie e frutti preziosi, gradito da tutti per il suo basso tenore alcolico.

Dopo decenni e decenni di ubriacature a base di Rosolio, un mio omonimo torinese (tal Re Vittorio Amedeo III) trovò il modo di utilizzare le svariate eccedenze di vino che si avevano nella sua Regione, incentivando (se non addirittura obbligando) i contadini a produrre del Vermut ed abbandonare per sempre la creazione di Rosolio.

Un grande Ciaone al Rosolio durato qualche secolo per colpa di quel b#### di un Re!

Italicus

Proprio il Rosolio di Torino è alla base del nostro buon Italicus: il territorio piemontese è celebre per la enorme varietà di fiori, piante, spezie ed erbe aromatiche che crescono sulle montagne che abbracciano la Regione.

Momento raccontino romantico = Perché Rosolio? La traduzione alla buona sarebbe “rugiada di sole”, questo perché i contadini che andavano di buona mattina a raccogliere gli ingredienti per prepararlo li trovavano coperti appunto di rugiada. LA ROSA NON C’ENTRA NULLA COL NOME.

Italicus

L’antica ricetta ripresa da Giuseppe Gallo e dal suo team è composta principalmente da lavanda, rose gialle, camomilla romana, balsamo di melissa e genziana. Tutti 100% italiani.

Ma la caratteristica principale di Italicus è il Bergamotto Calabro, frutto freschissimo che dona un sapore molto intenso ad ogni sorso che facciamo.

Italicus

I sentori floreali donati dalle erbe, la vivacità del bergamotto e non per ultimo la parte acida apportata da cedri siciliani crea un bouquet di sapori che vi faranno innamorare immediatamente, sia nel caso in cui lo stessimo degustando semplicemente con un paio di cubetti di ghiaccio, sia in caso di miscelazione.

Oltre al liquido all’interno, credo che la cosa in assoluta più cool sia la bottiglia. E’ semplicemente stupenda.

Italicus

L’ispirazione anche qui deriva dal nostro Bel Paese: colonne romane, architettura rinascimentale e colore del mare italiano.

Ovviamente quello calabrese, perché se prendevano l’ispirazione dal mare che abbiamo qui in Emilia sarebbe venuto fuori un colore terrificante.

Noi italiani siamo ben voluti nel mondo, questo è chiaro. Ma spesso purtroppo ci vergogniamo delle nostre brutte tradizioni che spesso ci portiamo dietro (a partire dalla mafia fino ad arrivare agli applausi in aereo in fase di atterraggio).

Italicus è un prodotto nato invece per sollevare il nostro spirito patriottico, rendendoci orgogliosi delle nostre tradizioni e delle nostre radici, ricordandoci anche nei paesi più lontani della immensa cultura che possediamo.

E da oggi questo lo possiamo vantare anche guardando una bottigliera a Londra o ad Hong Kong e trovandoci uno dei prodotti più antichi del nostro territorio: il Rosolio di Bergamotto di Italicus.

Italicus

Per concludere: W il bergamotto calabro, W Giuseppe Gallo ed W ITALICUS!!

Cheers!

Ps. Se l’articolo vi è piaciuto, ed è OVVIO che vi è piaciuto, condividetelo e fatelo girare! Grazie!

Raccontaci la tua opinione! 1 Commento!

Raccontaci la tua opinione!